Come gestire i link esterni su WordPress


Come gestire i link esterni sul tuo blog WordPress

Conosci i tuoi link interni? Ecco come inserirli su WordPress nel modo più semplice e veloce, anche con Gutenberg.

Se hai già un’infarinatura di blogging e di SEO on-page, conoscerai di certo l’importanza degli internal link, specialmente sulla tua nuova piattaforma WordPress. I collegamenti ipertestuali svolgono due principali funzioni: migliorano il tuo ranking su Google (se li usi bene) e aiutano gli utenti a raggiungere gli articoli che potrebbero davvero interessare loro. Quando crei un link in un articolo, dunque, è importante che tu decida di seguire qualche regola SEO che potrebbe aiutarti a fare la differenza in fase di ranking.

Seleziona l’anchor text

Il sistema di internal linking di WordPress è semplicissimo e ti permette di effettuare una ricerca attraverso le keyword, per individuare un potenziale articolo da linkare. Sostanzialmente non devi fare altro che scegliere bene il tuo anchor text, selezionarlo, e incollare l’URL di destinazione con l’apposita funzione. Se i tuoi articoli cominciano a essere tanti, il sistema di internal linking giunge proprio in tuo soccorso. Infatti non avrai bisogno di recuperare l’articolo che stavi cercando, ma potrai limitarti a inserire la parola chiave e riceverai a schermo tutti i potenziali risultati pertinenti. L’arrivo di Gutenberg ha ulteriormente facilitato il processo di link “picking”, permettendoti così di inserire dei collegamenti ipertestuali in poco tempo e senza possibilità di commettere errori.

Dove inserire i link?

Secondo quanto ammesso da Google, i link inseriti nel testo centrale di una pagina web sono anche quelli che presentano un valore in termini di ranking. Questo significa che i link che si trovano nel corpo del testo “pesano” molto più degli altri in termini di indicizzazione. La regola, comunque, è sempre quella: quando vuoi inserire un link, ricordati che le risorse più importanti per te sono anche quelle che dovrebbero riceverne la quantità maggiore. I link testuali con anchor text descrittivi sono la soluzione migliore per garantire una buona connessione via link interni in una pagina web.

Ricordati inoltre che uno dei criteri fondamentali per una buona architettura dei link interni è la presenza di collegamenti alle pagine “cruciali” all’interno della homepage. Il crawler di Google e i lettori dovrebbero essere in grado di raggiungere entro due click le informazioni importanti presenti sul tuo sito. Puoi garantire questo livello di qualità?

Link interni: devo metterli per forza?

Probabilmente hai già utilizzato tools come Yoast o altri strumenti SEO che ti aiutano a capire se hai seguito le procedure SEO di base. Molto bene: sappi che non è sempre indispensabile inserire dei link interni, e che è bene evitare le forzature e i link troppo astratti. Se non hai un altro articolo interessante, pertinente e “che aggiunge qualcosa al testo”, allora probabilmente non hai un link interno da inserire.


Ti potrebbero interessare

Come scegliere un hosting WordPress per il tuo nuovo CMS

Come scegliere l’hosting WordPress per il tuo nuovo CMS

Aziende Italia offre un servizio di hosting di prima qualità per il tuo CMS WordPress con blog o sito web. Precisione, performance e assistenza.

Ogni professionista ti [...]

3 commenti che dovresti cancellare subito dal tuo blog

Come gestire al meglio i commenti sul tuo blog

Cancellare i commenti dal blog è un momento importante che non va sottovalutato. Ecco perché dovresti essere preparato...

Stiamo parlando di una delle merci più preziose dei blog, [...]

Server dedicati e cloud: quando un dedicato è più conveniente

Server dedicati vs Server cloud: quando un dedicato è migliore

Nel corso degli ultimi anni i sistemi cloud hanno cambiato in modo significativo l'erogazione dei servizi web. Grazie agli sviluppi della tecnologia oggi è possible [...]

Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe