B2B e B2C


B2B e B2C, cosa sono e perché sono importanti

Andiamo alla scoperta del B2B e del B2C, due termini fondamentali in chiave da marketing da conoscere e studiare per migliorare la propria attività

Hai in mente un’idea per avviare un’attività? Se hai mai pensato di aprire la tua azienda, potresti prima decidere quali prodotti vendere e quali clienti scegliere come target. Ovviamente chiunque può entrare a far parte del panorama imprenditoriale. Ma prima di farlo, è essenziale conoscere il settore e cosa sta succedendo. Per questo è importante comprendere i termini B2B e B2C, per capire di cosa si tratta e di come far crescere la propria attività.

Cosa significa B2B e B2C

B2B sta per business-to-business. Descrive le aziende i cui clienti sono anche aziende. In altre parole, si tratta di transazioni commerciali che avvengono tra due o più organizzazioni aziendali come il fornitore e il produttore, il produttore e il grossista, il grossista e il rivenditore. Esistono diversi esempi tipici di attività B2B, tra cui agenzie di logistica, agenzie pubblicitarie, società di software, servizi di progettazione grafica, produttori di mobili per ufficio. I clienti, noti come altre società, acquistano prodotti e servizi da questi venditori B2B da utilizzare in ulteriore produzione o servire per scopi interni.

B2C sta per business-to-consumer. In questa forma di transazioni commerciali, beni e servizi sono commercializzati a singoli consumatori. Le aziende B2C vendono prodotti direttamente ai consumatori finali. La transazione commerciale qui è più breve di quella del B2B. In qualità di consumatore, potresti acquisire maggiore familiarità con il B2C rispetto al B2B. La presenza del B2C è giusta per il tuo acquisto quotidiano. Quando vai in un Apple Store per acquistare uno smartphone o acquisti cibo da un supermercato, è B2C.

Quali sono le differenze e le somiglianze tra B2B e B2C

Nel B2B e nel B2C si punta sempre alla comunicazione diretta ai clienti. Quindi le strategie di marketing nel B2B e B2C dipendono dal pubblico di destinazione. Ne deriva quindi un processo di vendita coerente e incentrato sul cliente per avere come obiettivo finale generale quello della vendita e/o fidelizzazione. È essenziale identificare e definire gli acquirenti dei tuoi clienti per un marketing di successo.

Il pubblico B2C è costituito da singoli consumatori che acquistano prodotti e servizi per scopi personali. I consumatori sono persone comuni che si classificano in vari segmenti. Sono clienti finali e non utilizzano articoli acquistati per altre produzioni a fini di vendita successivi. Il pubblico del B2B è più ristretto e significativo rispetto alle controparti B2C. Aziende di tutte le dimensioni, comprese le PMI (piccole e medie imprese) o organizzazioni acquistano prodotti, non per un utilizzo immediato. Il B2B ha comunemente clienti di valore superiore rispetto al B2C perché i suoi prodotti e servizi sono più grandi e complessi.

Anche il processo decisionale da entrambe le parti è diverso. Il processo decisionale B2C è solitamente più breve di quello in B2B. Nel B2B i professionisti del marketing hanno a che fare con più gruppi target / persone distinti all'interno di una singola impresa. Gli imprenditori B2B devono tenere presente che ci saranno molte persone coinvolte nel processo di acquisto, quindi il processo è più complicato di quello B2C. A seconda del tipo di acquisto, l'acquisto finale è influenzato da un gruppo decisionale che può includere membri dei reparti tecnici, commerciali, finanziari e operativi.


Ti potrebbero interessare

VMware: cos'è e perché deve essere usato

Creare una macchina virtuale sul tuo computer può avere numerosi vantaggi. Andiamo alla scoperta di VMware

VM Ware è un software che crea una “macchina virtuale” sul tuo computer. Lanciato da VMWare Inc a Palo Alto, [...]

Come scegliere un dominio, cosa fare e cosa non fare

Hai pensato ad un sito web e stai cercando il nome di un dominio? Ecco cosa devi fare e cosa non devi assolutamente fare

Ti sei imbattuto in un nuovo brillante concetto. E adesso cosa? Prima di trasformare la tua idea in business, [...]

Cos’è e quali vantaggi ha lo Smart Bidding di Google Ads

Una delle funzionalità più interessanti introdotto da Google di recente è lo Smart Bidding. Questo strumento permette di automatizzare le offerte da fare e sostituire la scelta manuale da parte dell’utente. Grazie ad un algoritmo [...]

Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe