indicizzare video


Youtube SEO, come indicizzare i propri video

Scopri come indicizzare i video che carichi sul tuo canale Youtube. Anche in questo caso si tratta di utilizzare strategie SEO adatte per questo tipo di contenuto

Hai finalmente deciso di fare il grande passo e avviare un canale YouTube. Nel primo mese, il tuo video ha avuto 9 visualizzazioni, 7 delle quali erano solo tua madre che si vantava con le sue amiche. Qual è il problema? Sai che il contenuto è valido, quindi perché il tuo video non riceve click? Probabilmente perché non hai padroneggiato la SEO di YouTube. Ci sono ben 8 passi da compiere per far rendere al meglio i tuoi video su Youtube:

  • Identificare la tua parola chiave
  • Aggiunta della parola chiave al titolo del video
  • Ottimizzazione delle descrizioni dei video
  • Trovare i "tag" giusti per il tuo video
  • Classificazione del tuo video
  • Utilizzo di una miniatura personalizzata per migliorare la tua SEO di YouTube
  • Aggiunta di sottotitoli
  • Inserire schede e schermate finali per gli spettatori

Prima di immergerci in suggerimenti specifici su come posizionarsi più in alto su YouTube, è importante capire come l'algoritmo della piattaforma "guarda" i tuoi contenuti e come caricare i video. Molti marketer basati sui contenuti commettono l'errore di pensare che quando è coinvolto il video, il modo in cui usano il loro testo sia meno importante. Dopotutto, il motivo per cui il video è diventato così popolare è che è più facilmente digeribile (e in genere più divertente) rispetto alla lettura di articoli lunghi. Comunque sia, devi ricordare che i motori di ricerca basati su video come YouTube non sono in grado di vedere il tuo video nello stesso modo in cui lo fanno gli umani. Ecco perché sapere come etichettare le componenti testuali del tuo video è fondamentale per padroneggiare la tua strategia SEO di YouTube.

Best practice da seguire per indicizzare su YouTube

Fortunatamente, proprio come l'ottimizzazione tradizionale dei motori di ricerca, ci sono alcune best practice di YouTube da seguire.

  1. Ricerca e trova la tua parola chiave
  2. Proprio come faresti per trovare una parola chiave per ottimizzare i post del tuo blog per la SEO, devi avere una parola chiave chiara per i tuoi contenuti video. Questa è letteralmente la pietra angolare della tua strategia quando si tratta di come eseguire con successo la SEO per YouTube. Ecco alcuni modi per trovare una parola chiave: Utilizza i suggerimenti automatici di YouTube: digita l'oggetto di base dei tuoi contenuti e guarda cosa viene fuori. Questi sono suggerimenti che le persone stanno cercando attivamente su YouTube. Utilizza la funzione di ricerca su YouTube di Google Trends: Google Trends ti mostrerà quali ricerche sono popolari e ti consentirà di controllare sulla piattaforma di YouTube. Ricerca il volume delle parole chiave con lo strumento SEO di YouTube di tua scelta Qualunque metodo tu scelga, assicurati che la tua parola chiave sia correlata ai tuoi contenuti e possa essere incorporata naturalmente nel titolo, nei sottotitoli e nella descrizione del video.

  3. Aggiungi la tua parola chiave al titolo del video
  4. Dare al tuo video un titolo accattivante è essenziale per convincere più persone a fare clic su di esso (proprio come avere un buon soggetto per le tue e-mail aumenterà i tassi di apertura). Il tuo titolo dovrebbe includere la parola chiave in un modo che suoni naturale. Se la tua parola chiave è "suonare la chitarra", ad esempio, e ti rivolgessi a persone che stanno appena imparando a suonare la chitarra, il tuo titolo potrebbe essere ad esempio "Suonare la chitarra per principianti".

  5. Ottimizza le descrizioni dei tuoi video
  6. Direttamente sotto il titolo, avrai la possibilità di dare al tuo video una descrizione. Crea descrizioni approfondite in forme più lunghe (150-250 parole), includi la tua parola chiave e le parole chiave correlate (senza parole chiave in eccesso) e aggiungi un invito all'azione alla fine oltre ad includere collegamenti al tuo marchio o ad altri contenuti

  7. Trova i "tag" giusti per il tuo video
  8. I tag sono un ottimo pezzo di metadati che fornisce a YouTube e Google un po' più di informazioni sull'argomento del tuo video (ricorda, questi motori di ricerca non possono "guardare" questi video come gli umani). Come regola generale, il tuo primo tag dovrebbe essere la tua parola chiave seguita da altri termini correlati. Basta non esagerare. La soluzione migliore è attenersi a 5-10 tag per video.

  9. Classifica il tuo video
  10. A questo punto, ti consigliamo di inserire il tuo video in una categoria per aiutare gli utenti (e l'algoritmo di YouTube) a trovare i tuoi contenuti più facilmente

  11. Aggiungere una miniatura personalizzata
  12. Questa è una strategia SEO di YouTube scelgono di ignorare. Quando carichi il tuo video su YouTube, inserisci una miniatura personalizzata che invoglia le persone a fare clic.

  13. Aggiungi sottotitoli
  14. L'aggiunta di sottotitoli al tuo video consente di dare maggiore enfasi alle tue parole chiave in un formato basato su testo. Ogni volta che puoi trasmettere la tua parola chiave nel testo (senza parole chiave in eccesso), stai aiutando l'algoritmo di YouTube a comprendere meglio i tuoi contenuti.

  15. Includere schermate finali e schede
  16. Puoi aggiungere schermate finali che sono un modo per mostrare i tuoi contenuti correlati agli utenti alla fine del tuo video e pubblicizzare un altro dei tuoi video o promuovere un canale correlato. A differenza delle schermate finali, puoi chiedere ai tuoi spettatori di partecipare a un sondaggio che è un ottimo modo per aumentare il coinvolgimento degli utenti.


Ti potrebbero interessare

VMware: cos'è e perché deve essere usato

Creare una macchina virtuale sul tuo computer può avere numerosi vantaggi. Andiamo alla scoperta di VMware

VM Ware è un software che crea una “macchina virtuale” sul tuo computer. Lanciato da VMWare Inc a Palo Alto, [...]

Come scegliere un dominio, cosa fare e cosa non fare

Hai pensato ad un sito web e stai cercando il nome di un dominio? Ecco cosa devi fare e cosa non devi assolutamente fare

Ti sei imbattuto in un nuovo brillante concetto. E adesso cosa? Prima di trasformare la tua idea in business, [...]

Cos’è e quali vantaggi ha lo Smart Bidding di Google Ads

Una delle funzionalità più interessanti introdotto da Google di recente è lo Smart Bidding. Questo strumento permette di automatizzare le offerte da fare e sostituire la scelta manuale da parte dell’utente. Grazie ad un algoritmo [...]

Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe