SEO sito web


Come far sì che i visitatori amino il tuo sito?

Abbiamo messo a punto qualche pratico consiglio per rendere amabile il tuo nuovo sito web.

Lasciamoci alle spalle il preconcetto che il sito web sia l’unico modo per consolidare la propria presenza online nel 2020. Assolutamente no: pensiamo al blog, ai social media e tante altre cose. Molte volte, è vero però che le possibilità economiche a tua disposizione sono giusto quelle di creare un sito web basico, con qualche funzione aggiuntiva come la capacità di funzionare su tutte le piattaforme, cellulari inclusi. Uno step non da poco.

In ogni caso, è importante lavorare duramente per non finire nel girone infernale di coloro che “hanno quel sito strano”. Specialmente adesso che i siti web, vista la presenza del COVID, sono così importanti. Ci sono alcuni piccoli accorgimenti che possono aiutare il tuo progetto low-budget a migliorare, senza per forza doverlo affidare a un’agenzia costosissima. Non diventerai il genio dell’internet, ma almeno riuscirai a metterti al passo con la concorrenza. O quasi.

Consigli pratici per farsi amare dai visitatori:

  • Velocizza il tuo sito. Un sito moderno dovrebbe per lo meno adattarsi al logorio della vita moderna e alle sue necessità di rapida fruizione delle cose. Una delle cose che dovresti monitorare sempre del tuo sito web è la sua velocità. Circa il 40% delle tue visite abbandona perché il sito è troppo lento, e impiega più di tre secondi a caricare. Porre rimedio a questo problema è facile: rivolgiti a un buon hosting, come ad esempio quello di Aziende Italia. Il nostro, se non fosse chiaro. Contattaci per sapere come!
  • Rendilo vivo. Un sito che non viene aggiornato dal 2016 non fa ben sperare per chiunque lo visiti nella speranza di trovare informazioni fresche o magari uno shop dove effettuare acquisti. Togli le pubblicità intrusive, che di vivo non hanno un bel niente, e goditi un sito che viene aggiornato con costanza e informazioni precise. Un blog, aggiornato anche solo settimanalmente o mensilmente, è un buon modo per iniziare.
  • Rendilo reattivo. Il sito è un organismo fluido. Questo significa che deve adattarsi ad ogni tipologia di schermo su cui verrà proiettato, non importa quanto piccolo o quanto strano sia il browser. Dovrai essere in grado di renderlo leggibile ovunque.
  • Facilità di navigazione. Pochi menù significano tanto: less is more, del resto. Bastano poche categorie, chiare, spiegabili in una parola, e sarai in grado di ottenere un sito facilmente navigabile anche da chi non vi ha mai messo piede. E questo è il primo passo verso il successo.

Il sito della tua azienda è una chance, e forse l’unica che hai, per stupire i tuoi visitatori. Fai in modo che l’esperienza di navigazione sia piacevole e pulita, definita e mirata. Non far perdere tempo a nessuno: ne guadagnerai in salute e successo.


Ti potrebbero interessare

Cos'è Google Trends e come usarlo in chiave SEO

Cos'è Google Trends e come usarlo in chiave SEO

Tutto quello che c’è da sapere su uno strumento gratuito proposto da Google e come può aiutare l’ottimizzazione SEO del tuo sito o ecommerce

Google Trends è una [...]

La frequenza di rimbalzo, un parametro da conoscere

Cosa si intende per frequenza di rimbalzo, perché è così importante e qual è la media ritenuta giusta per il proprio sito web

La frequenza di rimbalzo è un’analisi che misura il comportamento dei visitatori di un sito web o [...]

Blog Aziendale, perché è importante per un’attività

Indipendentemente dal fatto che tu abbia una piccola impresa o una multinazionale, avere e curare un blog è parte integrante della strategia di content marketing online.

Sono 4 i motivi per cui si deve scrivere un [...]
Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe