versione mobile


John Mueller di Google ha fornito nuove informazioni sul nuovo Mobile First Index. La grande novità è che i siti solo desktop saranno completamente eliminati dall'indice, spariti. La data stabilita per quella che sarà a tutti gli effetti una rivoluzione è marzo 2021. In quel mese ci sarà il cambio del nuovo indice mobile. Non solo, ma tutte le immagini o altre risorse che si trovano in una versione desktop di un sito verranno eliminate dall'indice di Google. Queste le parole di Mueller: "... ora stiamo indicizzando quasi completamente il Web utilizzando un Googlebot per smartphone, che corrisponde molto di più a ciò che gli utenti vedrebbero effettivamente quando effettuano una ricerca. Si tratta di una delle cose che abbiamo notato e su cui le persone sono ancora spesso indietro. In futuro indicizzeremo solo i contenuti mobili. Quindi, quando un sito viene spostato sulla prima indicizzazione mobile, elimineremo tutto ciò che è solo sul sito desktop. Essenzialmente lo ignoreremo.... tutto ciò che desideri sia indicizzato, deve essere sul sito per dispositivi mobili. E la scadenza finale che abbiamo stabilito è marzo 2021".

Il problema delle versioni

Di particolare interesse sono le prestazioni dei siti per dispositivi mobili configurati come una versione separata, quella tipica m.nomedominio.com. Si tratta di siti ospitati da un sottodominio, in quel caso Mueller ha affermato che Google potrebbe non essere in grado di inviare utenti desktop dalle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP) alla versione desktop. In questi casi, Google finirà per inviare gli utenti desktop alla versione mobile m.. Non è stato specificato perché Google avrebbe avuto difficoltà a reindirizzare gli utenti desktop alle versioni desktop dei siti m. . Ha solo commentato di non aver visto questa situazione cambiare tanto presto. Sono passati alcuni anni da quando Google ha iniziato a lavorare sull'indicizzazione mobile-first , ovvero la scansione del Web da parte di Google utilizzando uno smartphone Googlebot. La maggior parte dei siti mostrati nei risultati di ricerca sono ideali per l'indicizzazione mobile-first e il 70% di quelli mostrati nei risultati di ricerca è già passato. In Search Console , ci sono diversi modi per verificare l'indicizzazione mobile-first. Lo stato viene visualizzato nella pagina delle impostazioni , nonché nello strumento di controllo degli URL , quando si controlla un URL specifico per quanto riguarda la sua scansione più recente.

100% mobile first

Entro marzo 2021, Google avrà cambiato TUTTI i siti web dall'indicizzazione per desktop a quella per dispositivi mobili, dopo aver attraversato un periodo di transizione di spostamento dei siti quando i loro sistemi hanno riconosciuto che erano pronti a farlo. Tutti i nuovi siti Web lanciati dopo luglio 2019 sono passati automaticamente all'indicizzazione mobile-first, ma alcuni siti esistenti devono ancora essere spostati. E, anche se molti di voi avranno scansionato i propri siti per un po’ di tempo da uno smartphone Googlebot, è qualcosa a cui ogni SEO e marketer digitale deve ora prestare molta attenzione.

Nei prossimi mesi, Google sarà al 100% mobile first, e questo significa che devi assicurarti di capire cosa significa e come ottimizzarlo.


Ti potrebbero interessare

I trend da conoscere nel mondo dei contenuti

Il content marketing e la SEO hanno raggiunto degli ottimi risultati. Ci stiamo dirigendo verso un futuro luminoso di contenuti più utili e tecnicamente sorprendenti che siano in linea con le abitudini, le preferenze e le esigenze di [...]

Super Follow, la nuova funzione di Twitter per monetizzare

Continua la sfida tra i vari social network per migliorare le piattaforme e offrire sempre più funzionalità per gli utenti. Questa volta è il turno di Twitter che ha annunciato un paio di grandi funzionalità in arrivo: la possibilità [...]

Google e l’impatto dell’aggiornamento sui Core Web Vitals

Google e l’impatto dell’aggiornamento sui Core Web Vitals

Danny Sullivan di Google ha recentemente discusso dell'impatto previsto dall’aggiornamento del motore di ricerca in merito all’introduzione dei Core Web Vitals [...]

Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe