Un SEO (Search Engine Optimization) è un qualsiasi sistema di ottimizzazione finalizzato ad aumentare il volume di traffico del nostro sito web, in particolare quello che proviene dai risultati dei motori di ricerca. Un'attività SEO comprende sia l'ottimizzazione del codice sorgente delle pagine web, sia un'accurata scelta e gestione dei contenuti. In parole semplici il SEO è una procedura, un “trucchetto” o un software che aumenta la probabilità che il nostro sito venga trovato, e soprattutto che venga trovato dalle persone giuste (quelle che cercano ciò che offriamo).

Questo articolo ha lo scopo di spiegare come installare ed iniziare ad usare un plugin SEO per WordPress (d'ora in poi WP).

Installazione del plugin

  • Assicurarsi di entrare in WP come amministratore, o di avere il permesso di installare nuovi plugin. Se non vediamo la voce “Plugin” sul menù della spalla sinistra, probabilmente non siamo abilitati a questa operazione e dobbiamo rivolgerci all'amministratore
  • Cliccare su Plugin e scegliere la voce Aggiungi nuovo
  • Scrivere “SEO” nella casella di ricerca e cliccare su Cerca plugin
  • Selezionare il SEO che si desidera installare. Noi faremo riferimento al WordPress SEO by Yoast, che è ottimo e ben documentato: per installarlo cliccare sul link Installa ora sotto il nome del plugin
  • Cliccare su Attiva plugin al termine dell'installazione.
  • A questo punto, il wizard di installazione potrebbe segnalarci che siamo bloccando l'accesso ai robot. Se stiamo lavorando il locale questo non dovrebbe preoccuparci, per cui possiamo cliccare su “Lo so, non mi disturbare” (o qualcosa del genere). In caso contrario sarebbe bene abilitare i robot
  • Se tutto è andato bene dovrebbe iniziare il tutorial che si spiega come muovere i primi passi: vale la pena seguirlo fino in fondo, perché è ben fatto (a parte la traduzione incompleta dall'inglese all'italiano) e contiene tutte le informazioni più importanti

Al termine della procedura il plugin dovrebbe risultare tra quelli installati, per verificarlo clicchiamo su Plugin (sempre nel menu di sinistra) e poi su Plugin installati: il nuovo plugin dovrebbe comparire nell'elenco, probabilmente come “WordPress SEO”.

Configurazione

Per configurare il plugin clicchiamo sulla voce SEO subito sotto la voce Impostazioni del menu principale di WP. Qui troviamo tutti i pannelli già visti durante il tutorial (che tra l'altro può essere ripetuto cliccando su Inizia il tour introduttivo). La configurazione più importante da verificare è quella della struttura dei nostri permalinks: se la configurazione non è quella ottimale per il SEO, apparirà un messaggio di questo tipo

SEO yoast plugin

SEO yoast plugin"

Consigliamo di seguire il consiglio e cliccare su Aggiustalo, cosa che aprirà automaticamente il pannello ImpostazioniPermalink. Qui suggeriamo di scegliere il formato

Nome articolo

tra quelli disponibili (dovrebbe essere uno degli ultimi). La scelta di questo formato serve a trasformare l'URL dei nostri articoli in qualcosa di più gradevole e comprensibile, sia agli occhi dell'utente, sia agli occhi dei motori di ricerca. Un URL leggibile soddisfa i criteri Search Engine Friendly (SEF), che presentano i seguenti vantaggi

  • Sono più facilmente memorizzabili e comprensibili dagli utenti
  • Aiutano il SEO a fare meglio il suo lavoro

Ovviamente ricordiamoci di cliccare su Salva le modifiche in fondo alla pagina per rendere effettiva la nuova impostazione.

Primi passi

Vediamo come iniziare ad usare il SEO sin da subito, senza dover leggere la documentazione ufficiale, disponibile qui. Ovviamente, dopo aver soddisfatto la curiosità iniziale, è sempre bene dare un'occhiata alla documentazione per eventuali approfondimenti o chiarimenti. L'installazione del plugin dovrebbe mostrare un nuovo pannello in fondo all'editor dei nostri articoli

Pannello del plugin SEO Yoast

Pannello del plugin SEO Yoast

qui possiamo inserire i dati più importanti attesi dal SEO:

  • Parola Chiave Principale: scriviamo qui le keywords che identificano il contenuto del nostro articolo. Se non sappiamo da dove iniziare, le keywords potrebbero coincidere con le tag dell'articolo, anche se sarebbe bene che le keywords fossero un po' più mirate. Ovviamente se l'articolo parla davvero di molte cose diverse, allora potrebbe valer la pena inserire tutte le keywords del caso, ma senza esagerare
  • Titolo SEO: il nome della nostra pagina come comparirà nei rapporti di ricerca
  • Meta Description: la descrizione della pagina, che verrà visualizzata sotto il Titolo SEO nel rapporto di ricerca (il SERP: Search Engine Report Page)

dopo aver inserito questi parametri clicchiamo su Aggiorna (o Salva bozza) per salvare i dati.

Adesso la nostra pagina è pronta per essere analizzata dai motori di ricerca, e se abbiamo fatto scelto bene i dati qui sopra, abbiamo ottimizzato la probabilità di essere rintracciati dalle persone giuste. Buon SEO a tutti!