Come avviare un blog WordPress appena nato


Come avviare un blog WordPress appena nato

Hai tutto. Il tuo WordPress gestito, una grafica accattivante e le idee: e adesso? Cosa devi fare per lanciare il tuo blog appena nato?

Hai appena preso la decisione di aprire il tuo blog e stai cercando compulsivamente materiale in giro per il web. Ti sei procurato un ottimo servizio di Hosting WordPress gestito, com’è giusto che sia e come possiamo offrirtelo noi, e adesso ti stai chiedendo: ma da che parte si comincia a scrivere?

Benvenuto nella pazza esperienza dell’apertura di un blog, una missione solo per veri sognatori o ambiziosi marketers. Supponiamo che tu abbia già un piano editoriale e, magari, ti sia acquistato il miglior tema WordPress che i tuoi fondi ti abbiano concesso. Hai creato una pagina di presentazione ai lettori e un post introduttivo, ma non sei davvero sicuro di come fare per procedere. Perché le visite sono così poche? Ma soprattutto, è normale?

Come iniziare un blog WordPress?

Una volta che ti sei accertato di avere un buon font, un dominio chiaro e dei permalink di qualità, e una volta che sei sicuro di avere fotografie abbastanza accattivanti da non far scappare l’utente, sei pronto per lo step successivo. O meglio, gli step. Devi aumentare le visite, trovare backlink, fondare una community e consultare regolarmente Google Analytics per avere un’idea di come gestire uno spazio online che faccia rientrare l’investimento non solo da un punto di vista economico, ma anche di soddisfazione personale.

Comincia dalla ottimizzazione on-page

Ora che sei su Analytics e Search Console, scaricati i plugin che possono aiutarti nel tuo lavoro quotidiano. Il primo da procurarsi è sicuramente Yoast, il tuo braccio destro in ottica di ottimizzazione SEO dei contenuti. Al tempo stesso, attivati sui social: Facebook, Twitter, LinkedIn o Instagram: qual è la piattaforma più adatta alle esigenze del tuo settore? Cerca di non strafare e aprire pagine che inevitabilmente, per mancanza di tempo e progetti, rimarranno vuote. Meglio non esserci che esserci e avere una pagina deserta!

Lo step successivo è quello di attivare un profilo Gravatar e, naturalmente, procurarsi un software in stile Mailup! Per la condivisione di newsletter, una delle componenti essenziali per il marketing dei tuoi contenuti. Non dimenticare inoltre l’icona del Feed RSS nella sidebar.

Parti dai grandi contenuti

Se hai già un piano editoriale e un calendario, sai che la cosa più importante da fare quando si apre un blog è quella di pubblicare. E da che cosa si comincia? Dai contenuti cornerstone, ovviamente! Parti dai macro argomenti e, col tempo, scendi nel dettaglio. Realizza contenuti di qualità, approfonditi e chiari all’utente. E poi, naturalmente, distribuiscili. Puoi farlo attraverso i canali social, il guest blogging o altre mille attività di diffusione di materiale gratuito. Quello che conta è che la gente sappia che da te si possono trovare contenuti di valore, creati per l’utente e non per soddisfare l’algoritmo di Google. Sei tu che decidi come impostare la tua campagna di pubblicizzazione: usala senza aver paura di niente!


Ti potrebbero interessare

Cos'è Google Trends e come usarlo in chiave SEO

Cos'è Google Trends e come usarlo in chiave SEO

Tutto quello che c’è da sapere su uno strumento gratuito proposto da Google e come può aiutare l’ottimizzazione SEO del tuo sito o ecommerce

Google Trends è una [...]

La frequenza di rimbalzo, un parametro da conoscere

Cosa si intende per frequenza di rimbalzo, perché è così importante e qual è la media ritenuta giusta per il proprio sito web

La frequenza di rimbalzo è un’analisi che misura il comportamento dei visitatori di un sito web o [...]

Blog Aziendale, perché è importante per un’attività

Indipendentemente dal fatto che tu abbia una piccola impresa o una multinazionale, avere e curare un blog è parte integrante della strategia di content marketing online.

Sono 4 i motivi per cui si deve scrivere un [...]
Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe