SEO: scrivere uno Snippet efficace


Come scrivere uno Snippet efficace

Lo snippet è il biglietto da visita della nostra pagina, disponibile sulla SERP. Ecco perché è così importante

La SERP è il primo punto di contatto tra l’attività online e il cliente. L’elenco dei risultati del motore di ricerca e, in questo caso specifico, di Google, è un’arena di battaglia dove vincono solo i migliori. Nella fattispecie, ad accaparrarsi i click ci pensano i primi tre risultati e, per il resto, le opzioni dotate del maggior numero di informazioni all’interno del loro snippet. Va da sé che l’importanza di questo elemento non può essere sottolineata abbastanza.

Che cos’è lo snippet?

Lo snippet è una piccola fotografia in anteprima del contenuto della pagina del tuo sito. In uno snippet sono normalmente contenuti tre elementi:

  • Titolo (Tag Title): la scritta azzurra, o viola, su cui è possibile fare click per accedere al sito
  • URL (l’indirizzo della pagina): solitamente in verde, rappresenta l’indirizzo a cui è reperibile la pagina che si desidera cliccare
  • DEscrizione (Metadescription): la descrizione della pagina, solitamente riporta le informazioni presenti nel box dedicato alla description

L’utente che si affaccia sulla SERP cercherà l’informazione più precisa e diretta che riuscirà a trovare, ignorando tutte le altre. Ecco perché lo snippet è così importante in fase di allestimento della pagina. Immaginalo come un piccolo biglietto da visita che viene distribuito ai clienti, e che deve attirare l’attenzione al punto da invitarli sul tuo sito.

Ottimizzare il titolo

Il “tag title” è l’informazione più importante che viene trasmessa Google, e deve descrivere con precisione il contenuto della pagina da posizionare. La sua lunghezza non dovrebbe mai superare i 65-70 caratteri e dovrebbe sempre contenere la parola chiave principale, simile o uguale a quella del titolo principale della pagina.

Ottimizzare l'URL

Anche detto URL, l’indirizzo della pagina contribuisce, anche se solo in minima parte, al buon posizionamento della pagina. L’URL dovrebbe contenere 4-5 parole al massimo, di cui almeno due parole chiave. Inoltre, l’indirizzo dovrebbe sempre essere leggibile anche dall’utente, inframezzato da trattini “-“ che separino ogni parola.

Ottimizzare la descrizione

Pur non essendo un fattore di posizionamento determinante, la descrizione (o metadescription) risulta essere decisiva nel momento in cui un utente deve scegliere tra vari risultati e si trova in dubbio. Ecco perché è importante compilare la descrizione e renderla fruibile, breve e di facile comprensione per utente. La lunghezza della metadescription dovrebbe essere tra i 130 e i 160 caratteri, spazi compresi, e dovrebbe invitare l’utente a fare click sulla propria pagina.


Ti potrebbero interessare

Come scegliere un hosting WordPress per il tuo nuovo CMS

Come scegliere l’hosting WordPress per il tuo nuovo CMS

Aziende Italia offre un servizio di hosting di prima qualità per il tuo CMS WordPress con blog o sito web. Precisione, performance e assistenza.

Ogni professionista ti [...]

3 commenti che dovresti cancellare subito dal tuo blog

Come gestire al meglio i commenti sul tuo blog

Cancellare i commenti dal blog è un momento importante che non va sottovalutato. Ecco perché dovresti essere preparato...

Stiamo parlando di una delle merci più preziose dei blog, [...]

Server dedicati e cloud: quando un dedicato è più conveniente

Server dedicati vs Server cloud: quando un dedicato è migliore

Nel corso degli ultimi anni i sistemi cloud hanno cambiato in modo significativo l'erogazione dei servizi web. Grazie agli sviluppi della tecnologia oggi è possible [...]

Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe