Formato AMP


Formato AMP, giusto utilizzarlo per gli ecommerce?

Il Formato AMP ha rivoluzionato il mondo del web e dei siti tradizionali. Ma può funzionare per gli e-commerce? Quali sono i vantaggi reali?

Google AMP definisce le linee guida per la creazione di pagine per dispositivi mobili più veloci per qualsiasi tipo di sito web e utilizza l'infrastruttura di Google per offrire contenuti. I siti Web tradizionali che utilizzano AMP sono stati positivi, ma i siti Web di e-commerce hanno spesso accesso un dibattito sull’utilità di questo formato. Può garantire risultati? Rappresenta una scelta controsenso?

Cos’è il formato Amp e cosa offre

Il progetto Accelerated Mobile Pages (AMP) sponsorizzato da Google definisce un framework standard per la creazione di pagine per dispositivi mobili a caricamento rapido. Il progetto open source ha pubblicato un tutorial per la creazione di pagine AMP e fornisce un modo per verificare che le pagine siano conformi agli standard AMP. Questi standard impediscono agli sviluppatori di utilizzare molte funzioni che ritardano il caricamento della pagina, come JavaScript, tag pubblicitari e così via. Per pubblicare una pagina compatibile con AMP, si deve utilizzare solo HTML approvato da Google e ospitare il contenuto della pagina sull'infrastruttura di Google.

Per i siti web che si rivolgono ai visitatori di dispositivi mobili, Google AMP offre due vantaggi significativi.

  • Pagine mobili più veloci: le modifiche che consigliano sono buone se l’obiettivo è velocizzare il caricamento delle pagine sui dispositivi mobili. AMP impone la rimozione degli elementi di pagina più problematici che ritardano i tempi di caricamento della pagina e include la memorizzazione nella cache edge tramite Google. Ciò può far apparire il contenuto del sito Web su un dispositivo quasi istantaneamente.
  • Posizionamenti SEO per dispositivi mobili più elevati: le pagine AMP dovrebbero essere posizionate più in alto nei risultati di ricerca di Google, attirando più traffico sul sito. Ciò accade per due ragioni. Innanzitutto, Google ha affermato che la velocità di caricamento della pagina influirà sul ranking di ricerca di Google di un sito web. In secondo luogo, l'algoritmo di ranking di Google sembra preferire le pagine AMP di Google. Google spesso posiziona le pagine AMP nella parte superiore della pagina in un carosello (per i contenuti multimediali) e contrassegna le pagine AMP con una piccola icona a forma di fulmine. L'intento è che gli utenti possano riconoscere che queste pagine si caricano più velocemente, quindi iniziano a fare clic su questi elenchi più frequentemente.

Quando non utilizzare il formato AMP

Il formato AMP è ottimo per le pagine web statiche. AMP è ottimo anche per i siti Web tradizionali che competono per i visitatori impazienti di dispositivi mobili. AMP non è eccezionale per i siti Web di e-commerce, ma quali sono i motivi?

  • Restrizioni sulle funzionalità: per essere accettati come pagina AMP, gli sviluppatori devono utilizzare la libreria di Google di tag HTML, JavaScript, CSS e di analisi approvati. Molte delle funzionalità basate su JavaScript apprezzate sia dagli acquirenti che dai rivenditori (consigli, opzioni di pagamento, test A / B) non sono consentite nelle pagine AMP. Quindi AMP rende le pagine più veloci, ma potresti vedere tassi di conversione e dimensioni degli ordini inferiori dall'abbandono di queste funzionalità.
  • Scarso supporto per pagine di e-commerce dinamiche: AMP non funziona con pagine dinamiche, i risultati di ricerca e le pagine del carrello degli acquisti. Se si sceglie AMP, si deve indirizzare i visitatori al vecchio sito per dispositivi mobili
  • Entrate pubblicitarie inferiori - I tag pubblicitari sono limitati, il che avrebbe un impatto sui siti che si basano su entrate incrementali da pubblicità dei produttori e reti pubblicitarie.
  • Google offre ai siti web forti incentivi a investire nella loro infrastruttura. Google ospita le pagine AMP sul proprio dominio e offre contenuti AMP dalla cache di Google. I riflettori in primo piano di Google sui siti tradizionali indirizzeranno persino i visitatori ad altri siti Web ospitati da Google. Alcune persone vedono questo come un complotto di Google per impossessarsi di Internet.


Ti potrebbero interessare

Google Analytics, le nuove funzionalità per migliorare il ROI

Negli ultimi giorni Google ha annunciato cambiamenti radicali per Analytics con l’inserimento di quattro funzionalità che rivoluzioneranno l’approccio che gli utenti hanno nei confronti di questo utilissimo strumento. Le 4 [...]

Cos'è un funnel di vendita

Cos'è un funnel di vendita

In una strategia di digital marketing è fondamentale comprendere cosa sia un funnel di vendita e come portare un utente ad acquistare un prodotto del proprio ecommerce

Quando le persone visitano il [...]

Youtube SEO, come indicizzare i propri video

Youtube SEO, come indicizzare i propri video

Scopri come indicizzare i video che carichi sul tuo canale Youtube. Anche in questo caso si tratta di utilizzare strategie SEO adatte per questo tipo di contenuto

Hai [...]

Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe