Come superare i competitor grazie a un buon blog


Il contenuto è Re, ma come facciamo a mettergli davvero questa corona? L’unicità è l’unico segreto, altro che SEO

La SERP è una guerra che si vince con la buona SEO e, naturalmente, una scrittura fluida e comprensibile. Chiara al lettore e ben digeribile dal motore che la elabora. Quello che vogliamo dire è che sicuramente esistono moltissimi modi per vincerla, ma il migliore rimarrà sempre quello di ESSERE i migliori. La buona scrittura online sta alla base di ogni posizionamento web. Proviamo a spiegarti come!

Scrivere per il web e per la cima della SERP

Raggiungere il golden triangle è possibile: basta conoscere il proprio argomento come si conoscono tutti gli altri elementi della SEO onpage. Cura i contenuti e non ci sarà soluzione migliore al tuo bisogno di posizionamenti più efficaci. Metti in campo le tue keyword e ottimizza le regole dell’italiano per dare il meglio. Il più grande segno di “ribellione” che puoi dare a Google, infatti, è quello di essere uno scrittore preciso e indefesso, capace di rispondere con grande capacità alle domande del pubblico. Insomma, fagli vedere che meriti.

Il tuo scopo è infatti quello di farti trovare quando gli utenti più hanno bisogno di te. Quando la loro domanda è impellente e tu, che hai familiarità con l’argomento, sai di poter essere la risposta ai loro dubbi amletici. Per programmare tutte queste risponde devi creare una strategia di blogging vincente, andando a capire quali sono queste domande e trovando il modo per dare loro risposta.

Lascia perdere i contenuti troppo lunghi, se non ritieni che facciano per te. Approfitta delle pillole di 300-500 parole, e usa i link per collegare insieme più testi di lunghezza simile e argomenti correlati. Il tuo contenuto non dev’essere il più lungo e articolato: dev’essere il migliore. E questo aggettivo fa tutta la differenza del mondo.

Sii diverso dagli altri!

Il contenuto è Re, ed è vero. Quando scrivi un contenuto, devi farlo con un tono di voce che sia unicamente tuo, e che gli utenti sanno di poter trovare solo da te. Se piaci, loro torneranno. Gli utenti soddisfatti, appagati dal contenuto, si ricorderanno di te e salteranno Google, la volta successiva, per venire a cercare la risposta direttamente sul tuo sito web. Analizza le ricerche del pubblico e fai un’analisi della community per scandagliare il fondo della tua nicchia argomentativo e trovare quello che interessa al tuo pubblico. Il segreto del miglior contenuto del mondo? Quello che serve davvero alle persone. Tutto il resto è aleatorio e discutibile.

Puoi scrivere quello che gli altri non scrivono? Ti sei mai chiesto perché gli altri siti non trattano certi argomenti? Hai mai approfondito la vera domanda dietro questo quesito? Forse non lo fanno perché non è opportuno, non è corretto, o forse non lo fanno perché non ci hanno mai pensato. Il tuo obiettivo è quello di generare lead, e devi farlo facendo qualcosa come non lo fa nessun altro. Qualunque cosa tu decida di scrivere, dunque, cerca di essere speciale. Sii unico. Parla con la tua voce e quella di nessun altro. Allora la gente comprenderà la differenza tra i tuoi contenuti e... tutto il resto!


Ti potrebbero interessare

Blogging per eCommerce: spunti di riflessione

Blogging per eCommerce: acquisire nuovi contatti

La vendita diretta non è l’unico modo per ottenere nuovi acquirenti. A volte, il blog è la risposta giusta alla tua domanda.

Si può creare un blog focalizzato a lanciare un [...]

5 errori da non fare sul tuo blog aziendale

Ci sono tante regole da rispettare per creare un blog aziendale ben congeniato. Tuttavia, a volte, bisogna anche sapere cosa è più giusto fare in relazione al proprio settore.

Gli errori capitano e tutti possono [...]

Il blogging ai tempi del Coronavirus: cos'è cambiato?

Verificare le fonti, controllare i contenuti e tenere d’occhio i trend di ricerca. Ecco il lavoro di un copy all’epoca del COVID.

I momenti di difficoltà non sono mancati per nessuno. Potrà sembrare strano, ma anche le [...]

Cisco
DELL
Intel
NetApp
OnApp
Ripe