La user experience per la SEO


Cos'è la user experience e perché è importante per la SEO

L’user experience e la SEO sono collegate da un legame indissolubile: scopriamo insieme la loro relazione fondamentale al successo sui motori di ricerca

SEO e user experience sono strettamente connessi fra loro. Se solo qualche anno fa il lavoro di posizionamento dei motori di ricerca dipendeva dalla redazione di contenuti a base di parole chiave e un giusto mix di link building, oggigiorno le cose cono cambiate. Sebbene questi due punti siano infatti ancora parte integrante del processo di ottimizzazione, i nuovi webmaster si trovano di fronte a un nuovo elemento di cui tenere conto: l’user experience.

L’user experience è un punto essenziale della strategia di posizionamento di Google, il quale, per sopravvivere, deve essere in grado di fornire ai suoi utenti il miglior risultato possibile, sotto tutti i punti di vista. Se le parole chiave, infatti, consentono l’ingresso e favoriscono l’indicizzazione, è l’user experience che gioca il ruolo decisivo sulla permanenza dell’utente su una determinata pagina: a chi serve un sito ricchissimo di informazioni e completo, che però carica solo parzialmente ed è pieno di pubblicità intrusiva? La risposta è: non a Google, che privilegerà invece pagine meno complete, ma più digeribili per l’utente finale.

La definizione di user experience

Anche indicata come UX, l’user experience fa riferimento a tutti quegli aspetti del sito web che hanno a che vedere con l’interazione dell’utente. L’obiettivo di questa disciplina è quello di semplificare e rendere più fruibili e intuitivi tutti quei processi che devono passare attraverso una decisione dell’utente, evitandogli fastidiosi problemi.

Il requisito di una UX esemplare è quello di garantire un soggiorno scorrevole all’interno delle pagine del proprio sito. User experience non è sinonimo di usabilità, ma ha un significato assai più ampio. La UX determina come si sente una persona quando ha a che fare con il sito, sulla base di:

  • Facilità di utilizzo;
  • Utilità;
  • Percezione del valore del sistema;
  • Efficienza;
  • Velocità di caricamento;
  • Comodità di navigazione

Esistono figure professionali specializzate nella gestione dell’esperienza dell’utente che possono aiutarti a capire quali sono le criticità del tuo sito.

In che modo UX e SEO sono collegate?

Una volta che l’utente avrà trovato il tuo sito web attraverso la SERP di Google, potrebbe decidere di fare click. Nel momento in cui effettuerà l’accesso ai tuoi contenuti, l’utente comincerà a valutare inconsciamente:

  • Il tempo che la pagina impiega a caricare i contenuti desiderati;
  • La capacità di percepire l’informazione desiderata nel minor tempo possibile

Google tiene traccia di quello che l’utente cerca e, soprattutto, di come lo cerca e quali sono le sue preferenze, dando priorità a contenuti più idonei. Per tenere conto di tutti gli elementi che influenzano l’UX è possibile consultare Google Analytics, facendo click sulla barra a discesa del “Comportamento” e poi “Panoramica”.