Blogging su WordPress: trovare idee per i post


Blogging su WordPress: come trovare idee per i post

Hai un piano WordPress gestito e hai bisogno di idee per pianificare il piano editoriale? Ecco come si trovano nuove idee per i post – senza barare!

Una delle prime regole della SEO e, in generale, della comunicazione online è che il contenuto è Re. Ecco perché quando ti appresti a popolare il tuo blog hai bisogno di un piano editoriale che non si limiti a gestire singolarmente ogni post, ma che preveda una strategia di pubblicazione prolungata nel tempo. Certo, è facile dirlo così.

Ma quando devi pianificare una serie di pubblicazioni hai bisogno di idee: molte, ben strutturate e varie. E qui entra in gioco questo articolo. Come si fa a trovare sempre nuove idee per i post da pubblicare il suo blog WordPress?

Niente panico

La prima cosa da fare quando hai bisogno di reperire contenuti è quella di non andare nel panico: stiamo parlando di uno dei grandi dilemmi del webwriting e uno dei più importanti crucci di chi pubblica quotidianamente. Trovare ogni giorno nuovi argomenti non è solo questione di creatività e pensiero laterale, ma anche di organizzazione e di ispirazione. Del resto, come ti abbiamo già spiegato il blog è uno degli strumenti più utili a disposizione della comunicazione online per aumentare le vendite e ottenere lead generation.

Primo passo: le keyword

Non puoi dire post senza dire keyword. Il che è semanticamente non vero, ma non puoi pensare di cominciare a scrivere senza avere un’idea di cosa stai per pubblicare. Da qui risulta fondamentale lavorare con le buone basi, ovvero quelle di una keyword research che ti ha messo sulla giusta strada. Questo perché devi trovare il modo giusto (e le giuste parole) per poter comunicare adeguatamente col pubblico che ti segue. Una volta che hai familiarizzato con i concetti di pillar article e cornerstone content, devi trovare gli argomenti giusti per dare il via a una comunicazione costante, continuativa e fruttifera. Suddividi le tue ricerche tra parole chiave:

  • Transazionali
  • Informazionali

Le prime sono le parole che comportano un’azione da parte dell’utente, e dovrebbero essere trasformate in pagine d’atterraggio pensate in ottica lead. Le keyword informazionali, invece, ti permettono di approfondire argomenti di utilità ed entrare nell’ottica dello svisceramento di un tema specifico, per fornire informazioni preziose all’utente.

E adesso?

Adesso che conosci la differenza tra le due tipologie principali di keyword, devi costruirti uno schema mentale di tutto quello che potrebbe servire all’utente per ottenere le informazioni o il servizio che desidera. Partendo dalla keyword generale, devi realizzare delle parole chiave secondarie che forniscono specificazioni sul tema diverse tra loro e, al tempo stesso, perfettamente complementari.

Quali sono le keyword secondarie del tuo settore? Per capirlo, devi tastare il polso alla community e individuare esattamente quello che la gente sta cercando, le sue perplessità, le esigenze e i bisogni che manifestano quando si mettono in relazione al tuo settore. Sei in grado di proporre contenuti che non promuovano direttamente il tuo prodotto ma che permettano loro di instaurare un rapporto di fiducia con la tua piattaforma, causando indirettamente un interesse per il tuo prodotto? Se la risposta è positiva, sei a metà strada per trovare nuove idee e nuove contenuti per il tuo blog WordPress.